Il consulente didattico e il rieducatore della scrittura sono due figure professionali emergenti in Italia, ai sensi della Legge 4/2013, nate per rispondere alle esigenze crescenti maturate in questi anni da parte delle scuole ma anche delle famiglie di ricevere aiuto e sostegno per la prevenzione ed il recupero delle difficoltà di diversa gravità della scrittura a mano.

Il consulente didattico, che ha una preparazione specializzata sul gesto grafico oltre a conoscenze approfondite di tipo pedagogico-didattico, opera prevalentemente in ambito scolastico per offrire consulenza specializzata agli insegnanti, ma anche presso enti o associazioni, ai fini della preparazione e dell’avvio alla scrittura, negli aspetti motori, percettivi e strettamente grafici degli alunni.

Il rieducatore è un esperto con una preparazione specifica di metodi e tecniche di rieducazione della scrittura per recuperare scriventi di qualunque età con disgrafie di diversi tipi e gravità. I suoi interventi sono prevalentemente individualizzati e mirati, sulla base delle caratteristiche soggettive e ambientali di ciascuno.