Scrivere a Mano nel Terzo Millennio

L’Associazione onlus Graficamente, in collaborazione con l’Associazione Italiana Disgrafie, ha organizzato il Convegno Nazionale intitolato “Scrivere a mano nel Terzo Millennio” tenutosi a Faenza – Sabato 16 marzo 2019, rivolto a genitori, insegnanti ed esperti del settore.

Manifesto Convegno 2019 (vers. febbraio)
Il convegno è stato riconosciuto come corso di formazione MIUR di 8 ore per gli insegnanti, grazie al Protocollo d’Intesa tra l’I.C. di Rivanazzano Terme e l’Associazione Italiana Disgrafie

Da QUI si può scaricare il manifesto del convegno
Da QUI si può scaricare il pieghevole per l’evento

Un’opportunità di analisi condivisa e confronto multidisciplinare sul modo di gestire in modo sicuro l’inserimento dei bambini nella società digitale di oggi, rispettando i loro bisogni di sviluppo psicologico, emotivo e motorio, con particolare riferimento all’apprendimento della scrittura

Evento unico a livello nazionale in grado di presentare lo stato dell’arte nella ricerca e nella formazione delle competenze grafo-motorie con pareri tecnici e indagini di settore

Sono stati presentati, oltre alla pubblicazione dei risultati delle ricerche più recenti, pareri da parte di esperti di rilievo internazionale, proponendo le diverse prospettive di analisi di una problematica che incide particolarmente sulla formazione e sul benessere dei nostri bambini, in ogni contesto.

Una tematica che sta particolarmente a cuore all’Associazione Italiana Disgrafie e all’Associazione Graficamente, ma che è anche molto vicina agli interessi di genitori, docenti e professionisti che tengono allo sviluppo completo e armonico dei bambini.


Convegno Nazionale
Scrivere a Mano nel Terzo Millennio

Faenza, Teatro “Masini” – sabato 16 marzo 2019

DETTAGLIO DEL PROGRAMMA


     Ore 8.00- 9.00 Registrazione presenze

     Ore 9.00 Apertura dei lavori

Come cambiano i comportamenti e i modelli educativi

Il futuro ha un cuore antico: riflessioni di una pediatra sulle competenze e sui bisogni dei bambini del terzo millennio

     C. Muratori (pediatra)

Rischi dell’uso della tecnologia digitale in età evolutiva

     M. Spitzer (neuropsichiatrae psicologo)

Ricerca nazionale sulla manualità e sull’uso di strumenti di uso quotidiano nei bambini di oggi

     F. Camillo (docente di Statistica presso l’Università di Bologna) / A. Venturelli (pedagogista, fondatrice del Metodo Venturelli, presidente di A.I.D. e di GraficaMente)

Come cambia la scuola

Ho perso il mio quaderno: piccolo viaggio nella materialità e nella storia della scrittura

     F. Ascoli (storico della scrittura)

Le tecnologie per l’educazione servono ad educare? Un bilancio della scuola dell’innovazione

     A. Scotto di Luzio (docente di Storia della Pedagogia presso l’Università di Bergamo)


Ore 13 – 14.30 Pausa Pranzo


Ricerca  sull’uso comparato dei diversi tipi di lavagna nella scuola primaria

     F. Camillo – S. Tomasi (Consulente didattica e rieducatrice della scrittura)

Dalla concretezza all’astrazione: la ricerca sperimentale del Metodo Venturelli per la continuità tra scuola dell’infanzia e scuola primaria

     A. Venturelli (pedagogista, fondatrice del Metodo Venturelli, Presidente di A.I.D. e di GraficaMente)

Come cambia l’ottica sui bambini in difficoltà

Neuro-varietà e abilità grafo-motorie: una chiave di lettura per comprendere e promuovere le competenze

     C. Ruggerini (neuropsichiatra infantile, past-President della Società Italiana dei Disturbi del Neurosviluppo – Si.Di.N -, Direttore Sanitario di “Progetto Crescere” di Reggio Emilia)

     C. Rassiga (neuropsicologa, psicoterapeuta e docente di neurofisiologia del gesto grafico)

Le conseguenze a lungo termine della rieducazione della scrittura
     A. Venturelli  (pedagogista, fondatrice del Metodo Venturelli, presidente di A.I.D. e di GraficaMente)

Conclusioni del convegno

Ore 18.30 – Saluti e chiusura dei lavori


NB. Il Convegno è stato accreditato come Corso di Formazione MIUR per insegnanti

Il Convegno Nazionale
Video Spot Documentario sull’Evento

Nessun dato sarà condiviso con terzi e la registrazione dei dati comporta l’accettazione di quanto previsto nella nostra pagina Privacy